Cosa scrivere sul biglietto da visita?

Non sai cosa scrivere sul biglietto da visita ? Ecco le 5 informazioni importanti da non dimenticare assolutamente.

Che cos’è un biglietto da visita, lo sanno tutti. È molto più che un rettangolino di carta: è una vera e propria estensione del proprio brand. Va da sé che dovrà contenere e trasmettere informazioni utili su ciò che sei e su ciò che fai in modo chiaro, immediato e memorabile.

Poco importa, che tu scelga un classico biglietto da visita cartaceo oppure un biglietto da visita NFC: devi considerarlo non solo come uno strumento per fornire le tue informazioni ai potenziali clienti, ma anche come l’opportunità per stringere con loro una connessione a livello personale.

Ecco dunque che, oggi, non si può immaginare di non avere una propria business card: persino la tecnologia, anziché sostituire il biglietto da visita, è andata a migliorarlo. E a proporre biglietti che, i dati, li trasmettono tramite la tecnologia NFC.

Cosa scrivere sul biglietto da visita, considerata la sua importanza?

Scopriamolo insieme.

Nome e mansione

Sembra ovvio: un biglietto da visita deve contenere il nome e il cognome, ma anche la mansione. Eppure, diverse persone sbagliano. Se hai tre nomi, ma tutti usano solamente il primo, inserisci solo quello nel tuo biglietto da visita.

E così pure se tutti ti chiamano Gianni, ma il tuo nome è Gianluigi. Non devi inserire il tuo albero genealogico: presentati per come vieni in genere chiamato, per non dover dare poi spiegazioni in seguito.

Per quanto riguarda la mansione, spesso (soprattutto i liberi professionisti) non riescono ad identificarsi in un solo ruolo. Specialmente se ricoprono più mansioni. Quale scrivere sul biglietto da visita? Concentrati sulla mansione principale. E sii preciso.

Ormai tutti scrivono “CEO”, “Amministratore delegato”, “Presidente”, “Founder” ma non è una scelta intelligente. Anche perché, chi riceve il biglietto, difficilmente chiamerà il fondatore o il presidente di un’impresa. Probabilmente neppure si ricorda cosa quell’impresa fa: vedere di fianco al logo la scritta “Founder”, senza sapere se quel logo rappresenta un elettricista o un fotografo, è totalmente inutile.

I contatti

Cosa scrivere sul biglietto da visita? I tuoi recapiti, ovviamente. Se vuoi che le persone ti chiamino o ti scrivano, devi indicare loro come farlo. Ma quali dei tuoi contatti dovresti inserire?

La regola è solo una: essere diretti.

I biglietti da visita creano un legame tra te e i potenziali clienti: non interromperla indirizzandoli ad un centralino o ad una casella di posta elettronica condivisa.

Ma non essere nemmeno troppo personale: non inserire il tuo telefono di casa e neppure un indirizzo mail che usi per questioni non business. Inserisci l’indirizzo fisico solo se, effettivamente, puoi ricevere lì i tuoi clienti.

Il sito web

Inserire il tuo sito web sul biglietto da visita non serve solo a (di)mostrare ai clienti e potenziali tali di averne uno: oggi come oggi, la quasi totalità dei professionisti e delle imprese ha un sito. L’obiettivo deve essere invogliare le persone a fare affari con te: devi attrarle, impressionarle.

Perché non inserire dunque il link ad una pagina specifica, specialmente se hai un biglietto da visita NFC?

Crea una landing page, oppure una pagina del tuo sito, con un messaggio di benvenuto. Oppure registra un breve video introduttivo in modo che le persone possano conoscerti meglio.

O, ancora, inserisci il link ad uno sconto riservato o ad un piccolo omaggio per chi sceglie di collegarsi con te. Fondamentale è che la url sia corta e facile da digitare. Eventualmente, anziché inserire la url

del sito, puoi optare per un QR code che vi rimandi se inquadrato con lo smartphone.

Le tue skills

Nome, mansione principale, sito web: all’apparenza sembra non mancare niente. Ma sei sicuro che, chi ha tra le mani il tuo biglietto da visita, riesca a capire nell’immediato ciò che fai?

Pensa a quanto generico un termine possa essere: fotografo, ad esempio, può voler dire un’infinità di cose. Sii più chiaro, e specifica la tua specializzazione: potresti scrivere “fotografo di matrimonio”, oppure “family photographer”. Se sei un copywriter, potresti indicare invece le tue principali skills (SEO copywriter, travel copywriter, technical copywriter).

I social media sono diventati indispensabili in ogni attività: se non hai un profilo, non esisti agli occhi dei clienti. Ovviamente non dovrai inserire nel tuo biglietto da visita tutti gli account social che hai.

Devi poter dare ai tuoi clienti la possibilità di entrare in contatto con te, non “spaventarli”. Indica solamente i profili di lavoro, quelli in cui le persone posson realmente trovare materiale su ciò che fai: Linkedin o Twitter se sei un divulgatore, Instagram o Pinterest se sei un fotografo.

Shopping cart

Spedizione gratuita in Italia 🇮🇹